Impianti dentali

Cosa sono e a cosa servono?

Un dente è costituito da una radice e da una corona. La radice è quella parte di dente che sta dentro l’osso, quella che non vedi. La corona è la parte del dente che vedi, quella con cui mastichi.

L’impianto è fatto così! O meglio, l’impianto tecnicamente sarebbe solo la radice artificiale che va inserita nell’osso. Ma visto che solo della radice non te ne fai di nulla, quando parlo di impianto intendo l’intero dente (impianto+corona).

L’impianto è la radice in titanio che supporta il dente ed altri componenti.

Di marche ce ne sono tante. Io scelgo senza compromessi gli impianti Straumann, azienda svizzera di grande prestigio, con più di 35 anni di storia nella produzione di impianti, cosi affidabile che mi permette di dare GARANZIA A VITA sul materiale da lei prodotto.

L’impianto può avere diverse dimensioni (diametro, lunghezza ecc..) e uno dei compiti del dentista che ti opera è proprio quello di effettuare uno studio preventivo per scegliere l’impianto ideale per le tue caratteristiche.

Lo studio viene fatto valutando lo stato del tuo osso e delle tue gengive e il tuo caso specifico sulla mancanza di uno o più denti.

VUOI SCOPRIRE SE SONO ADATTI AL TUO CASO?

Come vengono inseriti?

Paradossalmente, il giorno dell’intervento è il giorno più “facile” da affrontare. So già tutto quello che devo fare e sarò in grado di ricreare l’intervento esattamente come quello progettato a computer.

L’impianto viene inserito tramite un forellino dell’esatta dimensione dell’impianto in questo modo l’invasività risulta davvero bassa.

Il grande vantaggio è che il disagio sarà davvero ridotto o anche nullo.

Durante la guarigione sarai seguito tramite controlli periodici per monitorare l’integrazione dell’impianto.

VUOI SCOPRIRE SE SONO ADATTI AL TUO CASO?

Quanto durano?

Secondo studi recenti, gli impianti dentali durano 10-15 anni nel 95% dei pazienti.

Ma si tratta di dati medi: in alcuni pazienti gli impianti possono durare anche tutta la vita.

Tre sono i fattori principali che determinano la durata degli impianti dentali:

Igiene orale: se non ti lavi bene i denti, i batteri possono innescare un’infiammazione che, se trascurata, può diventare perimplantite, una patologia che causa la caduta degli impianti;

Fumo: la nicotina riduce il flusso di sangue e di sostanze nutritive alle gengive, favorendo la perimplantite;

Quantità di osso: se il tuo osso è poco voluminoso e denso, la durata dell’impianto può essere più breve del dovuto.

Come prendersene cura?

Gli impianti dentali vanno mantenuti tramite l’igiene domiciliare e professionale. L’igiene domiciliare va eseguita almeno 3 volte al giorno dopo i pasti principali. Gli strumenti indispensabili da utilizzare sono lo spazzolino elettrico e il filo interdentale.

Le igieni professionali, invece, vanno eseguite 2-3 volte l’anno da operatori specializzati.

Fai il test per scoprire se davvero gli impianti per denti fissi possono risolvere il tuo problema.

Alcuni dei nostri pazienti dicono...